Storie di donne in ROSAeNERO: JEAN SEBERG

   JEAN SEBERG Forse il suo vero volto era quello, intriso di dolore e di lacrime su cui spalma la crema per il viso nella scena finale di Bonjour Tristesse, il film di Otto Preminger dal romanzo della Sagan che la fece notare dal grande pubblico. “E così vado avanti, giorno per giorno, prigioniera dei miei ricordi. Cerco di dimenticare ma non ci riesco”, dice il suo personaggio in quel film. Forse anche lei, Jean Seberg, diafana silhouette che pareva ritagliata in un foglio di carta velina da un artista di strada a Montmartre, con i grandi occhi da cerbiatta, il taglio alla garςonne copiatole dalle ragazze dei primi anni Sessanta, non cercava altro che dimenticare per poter proseguire una […]

Storie di donne in ROSAeNERO : NATALIE WOOD

NATALIE WOOD Acque buie al largo della California, la notte del 29 novembre 1981. Paura dell’acqua, paura del buio. Che destino stonato annegare in mare per chi ha avuto timore dell’acqua fin da bambina. Una ricostruzione, quella della morte dell’attrice hollywoodiana Natalie Wood nel Pacifico nei pressi dell’isola di Santa Catalina ( https://it.wikipedia.org/wiki/Isola_di_Santa_Catalina_(California) ), che non tiene conto delle fragilità e delle paure della vittima. Una ricostruzione fatta dal marito, Robert Wagner , anche lui attore di successo, che Natalie aveva risposato dopo un primo matrimonio e il divorzio. Troppo buio in cielo e troppe stelle sul sontuoso panfilo Splendour su cui festeggiavano il week end del Ringraziamento. Oltre a Wood e Wagner c’era infatti anche Cristopher Walken (https://it.wikipedia.org/wiki/Christopher_Walken), altra […]